Nella nostra vita siamo sempre stati alla ricerca del modo per rimanere giovani, purtroppo è solo leggenda.
La medicina Anti-Age si propone come una medicina che serve per prevenire l’invecchiamento o rallentarlo; sono stati condotti numerosi studi per descrivere l’invecchiamento e contrastarlo. Innanzitutto mi sembra opportuno descrivere e dividere l’invecchiamento in due forme:

1) Chronoaging: è una forma di invecchiamento naturale legato al passare degli anni.
2) Photoaging: è legato al sole che purtroppo non è più come prima.

Per questo motivo, io come medico estetico, propongo un trattamento di prevenzione.
È fondamentale intanto proteggersi dal sole con una crema solare con protezione 50+. Bisogna usare sempre una crema idratante mattina e sera per tenere la pelle idratata.
Esistono tante creme: le più utili sono a base di acido ialuronico o, quelle di ultima generazione, a base di bava di lumaca.
Certamente, ogni tipo di pelle, deve fare un protocollo cosmeceutico preventivo per poter trattare a domicilio ogni tipo di inestetismo, migliorando il trofismo cutaneo o, ad esempio, forme di acne.
La medicina estetica si occupa principalmente di trattare proprio l’invecchiamento cutaneo.
Storicamente, si consigliavano le famose “punturine” di vitamine e aminoacidi, ora si utilizzano nuove formulazioni, come i biorivitalizzanti che, al loro interno, contengono sempre una base di acido ialuronico unito a complessi multivitaminici e aminoacidi. Esistono anche altri tipi di biorivitalizzanti con cristalli di idrossiapatite che riescono a dare un grosso stimolo ai fibroblasti a produrre collagene.
Nel tempo siamo arrivati anche all’uso di macchinari come la radiofrequenza, che crea sempre una stimolazione dei fibroblasti a produrre collagene e un effetto lifting detto: tightening. Anche i peeling sono molto utili perché danno esfoliazione cutanea, e migliorano gli inestetismi cutanei, un esempio sono i pazienti con acne.
Ultimamente proponiamo anche peeling innovativi che danno minor arrossamento e un ottimo risultato con un effetto sia di esfoliazione cutanea, che di produzione di collagene; migliorando le piccole rughe e il trofismo cutaneo e creando un effetto lifting importante.
Ora siamo arrivati all’uso dei fili riassorbibili in PDO questi migliorano molto il viso durando anche 9 mesi e portando a un miglioramento nel tempo.
Tutti questi trattamenti sono validi e possono essere usati in sinergia con ottimi risultati.
L’invecchiamento inizia dopo i 28 anni quindi iniziare la Medicina Anti-Age in questo periodo, ha un effetto preventivo per l’invecchiamento.
Io sono contrario a cose esagerate e non si può fermare il trascorrere del tempo, ma sicuramente rallentarlo, invecchiando lentamente e in modo graduale.